1941

Radio Londra organizza un'ampia redazione per la realizzazione dei programmi destinati all'Italia.

1941

Mussolini ordina la mobilitazione generale dei quadri del Partito fascista, i quali devono arruolarsi come volontari per andare a combattere in Albania, in modo da offrire un esempio al paese.

19/1/1941

In Africa orientale le truppe inglesi rientrano nella città sudanese di Kassala. Il 26 occuperanno Bisha, in Eritrea.

19/1/1941

Mussolini incontra Hitler a Breghof, residenza privata in montagna del fürher, ottenendo garanzie per l'invio di truppe in Grecia e la spedizione di un corpo di mezzi corazzati in Nord Africa.

22/1/1941

Gli inglesi riconquistano Tobruk, in Cirenaica.

24/1/1941

In Africa orientale truppe sudafricane varcano il confine meridionale tra Kenya e Somalia e si dirigono rapidamente verso Mogadiscio. La capitale somala cadrà il 25 febbraio.

2/2/1941

In Eritrea ha inizio tra italiani e inglesi la battaglia di Keren, che si caratterizzerà, con più di 50.000 tra morti e feriti, come uno degli scontri più duri e sanguinosi della guerra d'Africa. La piazzaforte, dopo una strenua resistenza delle truppe italiane, cadrà il 27 marzo.

6/2/1941

Gli inglesi entrano a Bengasi, in Libia.

8/2/1941

Una squadra navale inglese bombarda Genova, riuscendo poi ad allontanarsi senza che Marina e Aviazione italiane intervengano.

11/2/1941

Mussolini incontra a Bordighera (IM) il generale Franco, senza però riuscire a persuaderlo a intervenire nel conflitto a fianco delle forze dell'Asse.

9/3/1941

Sul fronte greco-albanese l'esercito italiano lancia un'offensiva che durerà 6 giorni e che sarà respinta con gravi perdite.

24/3/1941

In Africa settentrionale le forze italo-tedesche, sotto il comando unificato del generale Erwin Rommel, sferrano un'offensiva contro l'armata inglese. L'operazione porterà, entro un mese, alla riconquista della Cirenaica.

25/3/1941

La Iugoslavia aderisce al patto tripartito. Due giorni dopo, un colpo di Stato condotto dai militari rovescerà il governo filonazista di Dragos Cvetkoic. I poteri saranno assunti da Pietro II, non ancora maggiorenne, affiancato dal generale Simovic, che ordinerà la mobilitazione generale.

4/4/1941

Inizia l'invasione della Grecia. L'esercito tedesco muove dalla Bulgaria, che ha aderito al patto tripartito ai primi di marzo. Gli italiani il 13 aprile attaccheranno lungo il fronte albanese. Il 20 aprile la Grecia chiederà l'armistizio che sarà firmato il giorno successivo.

6/4/1941

La Iugoslavia, dopo la firma di un patto di amicizia e non aggressione con l'URSS, è invasa dai tedeschi. All'attacco parteciperanno anche Italia, Bulgaria e Ungheria. Il 18 aprile la Iugoslavia firmerà la resa. Le truppe italiane occuperanno la Slovenia, la Dalmazia e il Montenegro.

8/4/1941

In Africa orientale le forze inglesi conquistano Massaua, in Eritrea, catturando quanto resta della flotta italiana del Mar Rosso.

10/4/1941

Colonne di truppe regolari britanniche e di ribelli abissini entrano ad Addis Abeba, capitale dell'Etiopia. La Croazia si costituisce in Stato autonomo, satellite dell'Italia.

12/4/1941

In Nordafrica l'offensiva di Rommel si arresta al confine tra Egitto e Cirenaica. Un forte contingente britannico è stretto d'assedio a Tobruk.

3/5/1941

La Slovenia è annessa all'Italia.

18/5/1941

Il capo del governo della Croazia chiede a Vittorio Emanuele III di designare un principe sabaudo come re del nuovo Stato. Viene nominato Aimone di Savoia Aosta, che però non prenderà mai possesso del regno. Alla guida della Croazia resterà Ante Pavelic'.

19/5/1941

In Africa orientale le superstiti forze italiane, comandate dal duca Amedeo d'Aosta, si arrendono agli inglesi ad Amba Alagi.

20/5/1941

L'isola di Creta viene invasa dalle truppe tedesche paracadutate. La battaglia per il controllo dell'isola si protrarrà fino al 31 e si concluderà con lo sgombero della guarnigione inglese. L'intero Mediterraneo centrale e orientale, tranne Malta e Cipro, sarà sotto il controllo delle forze dell'Asse.

2/6/1941

Hitler e Mussolini si incontrano. Nonostante il capo della Germania abbia già deciso l'invasione dell'URSS, non ne mette al corrente l'alleato italiano.

16/6/1941

Gli Stati Uniti rompono le relazioni diplomatiche con Germania e Italia.

22/6/1941

La Germania invade l'Unione Sovietica.

26/6/1941

Mussolini decide di inviare in URSS il Corpo di spedizione italiano in Russia (CSIR), composto da 62.000 uomini agli ordini del generale Giovanni Messe.

4/7/1941

In Africa orientale il contingente italiano asserragliato a Dembi Dolo, in prossimità del confine sudanese, è costretto alla resa.

7/8/1941

Durante una prova di volo a Pisa muore Bruno, figlio maggiore di Mussolini, il quale, da questo avvenimento trarrà ispirazione per il libro Parlo con Bruno.

14/8/1941

Il presidente americano Franklin Delano Roosevelt e il primo ministro britannico Winston Churchill, a conclusione di un incontro iniziato il 9 agosto nei pressi di Terranova, siglano la Carta atlantica. In settembre la Carta sarà sottoscritta anche dall'Unione Sovietica.

25/8/1941

Mussolini si reca per la prima volta al quartier generale di Hitler a Rastemburg, in Prussia orientale, e insiste, pur non sollecitato, per una più ampia partecipazione italiana alla campagna di Russia.

30/9/1941

In Italia la razione giornaliera di pane è ridotta a 200 grammi a persona.

10/1941

I rappresentanti di PCd'I, PSI e GL, in un incontro a Tolosa, in Francia, lanciano un appello per l'unità di tutte le forze antifasciste e decidono la costituzione di un Comitato d'azione per l'unione del popolo italiano.

11/1941

Giunge in Sicilia un nuovo corpo aereo tedesco, per sostenere le operazioni contro l'isola di Malta e i convogli inglesi nel Mediterraneo. Il maresciallo Albert Kesselring viene inviato a comandare le forze tedesche in Italia.

18/11/1941

In Nordafrica un'offensiva britannica riesce a rompere l'assedio a Tobruk.

25/11/1941

Italia, Germania e Giappone rinnovano per altri cinque anni il patto anticomintern

27/11/1941

Si arrende a Gondar l'ultimo baluardo della resistenza italiana in Etiopia.

7/12/1941

In Nordafrica inizia la ritirata delle truppe italo-tedesche. La base navale americana di Pearl Harbor, nelle isole Hawaii, è attaccata dalle forze aeronavali giapponesi e riporta gravissime perdite. Il giorno successivo gli USA dichiarano guerra al Giappone.

11/12/1941

Germania e Italia dichiarano guerra agli Stati Uniti nel rispetto degli impegni previsti dal patto tripartito.

18/12/1941

I mezzi subacquei italiani (i "maiali" della X Mas) entrano nel porto di Alessandria d'Egitto e danneggiano due corazzate britanniche e altre unità minori.

24/12/1941

Gli inglesi riconquistano Bengasi e ottengono il pieno controllo della Cirenaica.

24/12/1941

Pio XII dedica il radiomessaggio natalizio al tema del Nuovo ordine internazionale, pronunciandosi per il ristabilimento della pace mondiale.

31/12/1941

Alla segreteria del PNF, Adelchi Serena è sostituito da Aldo Vidussoni.